Le acconciature delle Geisha e delle Maiko

Le acconciature delle Geisha e delle Maiko

Col passare degli anni le acconciature femminili sono variate moltissimo, passando da portare i capelli lunghi e sciolti sulle spalle ad acconciarci in complesse capigliature raccolte decorate con diversi ornamenti.

Queste acconciature variano non sono in base all’età e al gradi di apprendistato, ovvero se si è Geisha o Maiko, ma anche in base alle cerimonia alla quale si partecipa.

Esse fanno parte ancora oggi della cultura giapponese.

La caratteristica principale ed invariata nel tempo è stata il colore dei capelli:. Infatti nonostante le acconciature fossero differenti la colorazione dei capelli è sempre è sempre rimasta nero corvino.

Le acconciature prendono diversi nomi:

  • Wareshinobu
  • Ofuku
  • Katsuyama
  • Yakko Shimada
  • Sakkou

 

WARESHINOBU

Essa è caratterizzata da uno chignon molto elegante detto “mage” intrecciato con un nastro di cotone colorato.url

E’ la prima acconciatura indossata da una Maiko durante il suo debutto e per i tre anni successivi di apprendistato.

Vengono inserite delle strisce di tessuto rosso maculato in bianco che permettono di distinguere questo tipo di acconciature dalle altre.

Si usano diversi tipi di Kanzashi: con pendenti, a forma di guscio di tartaruga con simboli come farfalle o uccelli a seconda della stagione in cui avviene il debutto ed anche alcune decorazioni rettangolari in argento e oro posizionate alla base dello chignon.

 

OFUKU

E’ la sectumblr_nisi5v5iDQ1r7kq45o1_500onda acconciatura della Maiko, veniva utilizzata anche quando si riceveva il Danna intorno ai 13-14 anni mentre al giorno d’oggi viene utilizzato intorno ai 18 anni.

Nella parte frontale è molto simile all’acconciatura precedente ma cambia totalmente nella parte posteriore.

Non vi sono le strisce intessute nello chignon ma è sostituito da altre decorazioni che vengono poste sopra ad esso.

Si dice che la sua forma ricordi quella di una pesca aperta.

Questa acconciatura viene utilizzata fino a due settimane prima del passaggio da Maiko a Geisha.

 

KATSUYAMA

Essa viene utilizzata dalle Maiko che portano l’Ofuku durante il periodo di Luglio.

E’ caratterizzata dalla presenza di particolari kanzashi di colore rosa e argento a forma circolare che spuntano ai due lati dello chignon.

Alla base dello chignon viene intrecciato un nastro rosso decorato in oro e argento.

 

YAKKO SHIMADA

Questa acconciatura viene usata dalle Maiko durante gli eventi speciali come il primo dell’anno e altre feste del rito giapponese.a77442aa8d6a69ee9856629988b2f3fc

In dipendenza dell’avvenimento ci sono diversi kanzashi che varian
i di forma e dimensioni, posso avere la forma di una tartaruga oppure possono essere a tema floreale.

A capodanno indossano un ornamento a forma di colomba senza occhi, uno a forma di tartaruga, un pettine, un kanzashi floreale, un anello di corallo e giada e uno spillone con una pietra colorata all’estremità e alla base dello chignon (mage) verrà intrecciato un fiocco rosso e rosa.

Questo stile viene indossato dalle maiko fino a una settimana dopo la fine delll’avvenimento.

Durante il primo di Agosto, il cosidetto giorno delle grazie, la Maiko decora la sua acconciatura con un kanzashi floreale a forma di tartaruga ed indossa un kimono nero.

 

SAKKOU

tumblr_lw1qygQNkT1qg191cQuesta acconciatura segna il passaggio della Maiko a Geisha e viene utilizzata per due settimane prima del grande evento.

Essa è un’acconciatura molto complessa, simile a quella del debutto della Maiko, anch’essa è caratterizzata dalla presenza di una coda di cavallo.

Oltre ai soliti kanzashi a forma di tartaruga ne viene indossato anche uno che varia in base al mese in cui ci si trova ed anche uno a forma di gru ottenuto intrecciando una corda che viene poi posizionata su un lato del capo.

 

 

 

Esistono moltissime acconciatura della Maiko ma queste sono le più comuni.

Le acconciature della geisha sono simili a quelle delle Maiko, variano solo nel minor utilizzo di ornamenti e decorazioni floreali.

 

LA GEISHA OGGI

In passato le geisha erano considerate il modello da imitare in fatto di moda e stile nella società giapponese.

Oggi non è più cosi, in seguito alla modernizzazione e ai cambiamenti avvenuti in Giappone, la Geisha rappresenta solamente il simbolo dell’antica tradizione Giapponese.

Ma non è solo questo il motivo per il quale il numero delle Geisha sta man mano diminuendo, un’altra causa è l’elevato costo che una Geisha deve sostenere per praticare la sua arte.

Gli studi e gli anni di apprendimento sono molto lunghi ed i costi degli indumenti come i Kimono sono molto elevati, rendendoli cosi agibili solo alle classi benestanti.

Non basta possedere solo un Kimono, in quanto una regola proibisce l’utilizzo dello stesso per più di due volte con lo stesso cliente.

Ancora oggi per diventare Geisha bisogna seguire dei corsi di formazioni ed educazione molto severi, l’arte esercitata è la stessa e deve essere svolta con professionalità rispettando le severe regole morali ed estetiche che riguardano abbigliamento, trucco, stile di vita ed acconciature.

La Geisha rimaste rappresentano un numero piccolissimo ed appartengono soprattutto alla comunità di Tokyo, Kyoto e Osaka.

Nonostante questa professione non venga più praticata rimarrà sempre ben radicata nella cultura giapponese, poichè ha influenzato la moda, lo stile, il modo di vivere e il pensiero di moltissime donne in passato che hanno trovato nella professione della geisha un modo per esprimere liberamente la propria persona e la propria arte.

…Non è per una Geisha desiderare. Non è per una Geisha provare sentimenti. La Geisha è un’artista del mondo, che fluttua, danza, canta, vi intrattiene. Tutto quello che volete. Il resto è ombra. Il resto è segreto. (memorie di una geisha, 2005)

Boffi Mara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.